Contattaci Ora.

Aumenta le vendite sul MePA.

Voucher Digitalizzazione

Contributi a Fondo perduto per Spese ITC

Per l’acquisto di Software, hardware e servizi puoi ottenere un contributo del 50% fino a € 10.000,00. Scopri come presentare la domanda in modo semplice, economico e sicuro.

Bando Scaduto

Non è più possibile inviare le domande.

Vai alle sezione per le imprese beneficiarie.

il “Voucher digitalizzazione”

Con il Decreto del Direttore Generale del 21.10.2017, il Ministero delle attività produttive ha definito le modalità attuative dell’agevolazione relativa alla digitalizzazione delle PMI italiane, prevista dal D.M. del 23.09.2014.

Tale beneficio, erogato in forma di contributo a fondo perduto, è riconosciuto a favore delle Micro,Piccole o medie imprese che sostengono spese per la “digitalizzazione” per il 2018 in misura del 50% delle spese sostenute, fino ad un massimo di € 10.000 di contributo.

La procedura per ottenere il contributo del 50% per spese di hardware, software e servizi digitali prevede l’invio della domanda e della relativa documentazione a partire da Gennaio 2018. E’ pertanto necessario predisporsi preventivamente di tutta la documentazione necessaria per la prenotazione del contributo, al fine di evitare l’esaurimento dei fondi disponibili o la chiusura del bando. Si precisa che il contributo in denaro viene accreditato direttamente su conto bancario dell’azienda beneficiaria.

Cosa Finanzia…

Le spese ammissibili alle agevolazioni sono quelle sostenute per Hardware, software e consulenza specialistica. Per tali spese è possibile ottenere un contributo a fondo perduto (voucher) del 50% fino ad un massimo di € 10.000,00 per impresa. I progetti di digitalizzazione devono rientrare in uno dei seguenti ambiti:

EFFICIENZA AZIENDALE

Spese per l’acquisto di hardware, software e servizi di consulenza specialistica strettamente finalizzati alla digitalizzazione dei processi aziendali

ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO

Spese per progetti di modernizzazione dell’organizzazione del lavoro, con particolare riferimento all’utilizzo di strumenti tecnologici e all’introduzione di forme di flessibilità del lavoro, tra cui il telelavoro.

E-COMMERCE

le spese per l’acquisto di hardware, software, inclusi software specifici per la gestione delle transazioni on-line e per i sistemi di sicurezza della connessione di rete, e servizi di consulenza specialistica strettamente finalizzati allo sviluppo di soluzioni di e-commerce.

Banda Larga e Ultralarga

Le spese di attivazione del servizio sostenute una tantum, con esclusivo riferimento ai costi di realizzazione delle opere infrastrutturali e tecniche, quali lavori di fornitura, posa, attestazione, collaudo dei cavi, e ai costi di dotazione e installazione degli apparati necessari alla connettività a banda larga e ultralarga.

Connettività Satellitare

Collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare, attraverso l’acquisto e l’attivazione di decoder e parabole, nelle aree dove le condizioni geomorfologiche non consentano l’accesso a soluzioni adeguate attraverso le reti terrestri o laddove gli interventi infrastrutturali risultino scarsamente sostenibili economicamente o non realizzabili.

Formazione ITC

Spese per la partecipazione a corsi e per l’acquisizione di servizi di formazione qualificata, inerenti al progetto di digitalizzazione.

scheda informativa

Possono richiedere il contributo imprese attive, in possesso dei seguenti requisiti:

  1. qualificarsi come micro, piccola o media impresa (MPMI), indipendentemente dalla loro forma giuridica, nonché dal regime contabile adottato;
  2. non rientrare tra le imprese attive nei settori esclusi dall’articolo 1 del regolamento (UE) n. 1407/2013 della Commissione, del 18 dicembre 2013;
  3. avere sede legale e/o unità locale attiva sul territorio nazionale ed essere iscritte al Registro delle imprese;
  4. non essere sottoposte a procedura concorsuale e non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione anche volontaria, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente;
  5. non aver ricevuto altri contributi pubblici per le spese oggetto della concessione del Voucher;

6. non trovarsi nella situazione di aver ricevuto e successivamente non rimborsato o depositato in un conto bloccato aiuti sui quali pende un ordine di recupero, a seguito di una precedente decisione della Commissione europea che dichiara l’aiuto illegale e incompatibile con il mercato comune.

Contributo (Voucher), di importo non superiore a 10.000,00 euro per ciascun soggetto beneficiario nella misura massima del 50 per cento del totale delle spese ammissibili.

Pertanto nel caso di spese ammissibili pari o superiori a € 20.000,00 il contributo riconosciuto sarà di € 10.000,00.

Esempio: L’azienda alfa presenta domanda di digitalizzazione della sua impresa prevedendo spese complessive per hardware, software e servizi pari ad € 8.000,00. In tal caso, il contributo massimo riconoscibile dal Ministero all’azienda alfa è pari ad € 4.000,00.

Non possono presentare domanda di agevolazioni le imprese che risultino attive nei settori esclusi dall’articolo 1 del Regolamento de minimis. In particolare, sono esclise, le imprese operanti:

  • nel settore della pesca e dellacquacoltura o nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli,

fermo restando che per tali attività le imprese possono beneficiare delle agevolazioni a condizione che le stesse dispongano di un adeguato sistema di separazione delle attività o distinzione dei costi,

Il voucher è utilizzabile per l’acquisto di software, hardware e/o servizi specialistici che consentano di:

  • migliorare l’efficienza aziendale;
  • modernizzare l’organizzazione del lavoro, mediante l’utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità del lavoro, tra cui il telelavoro;
  • sviluppare soluzioni e-commerce;
  • fruire della connettività a banda larga e ultralarga o del collegamento alla rete internet mediante tecnologia satellitare;
  • realizzare interventi di formazione qualificata del personale nel campo ICT.
Ai fini dell’ammissibilità alle agevolazioni le spese connesse all’intervento di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico (hardware, software e servizi) dell’impresa devono essere:

  • sostenute nell’arco di 6 mesi successivi alla data del provvedimento di concessione dei contributi adottano dal ministero (Orientativamente spese preventivamente autorizzate e sostenute da marzo 2018 a settembre 2018);
  • relative a beni nuovi di fabbrica acquistati da terzi che non hanno relazioni con l’acquirente e alle normali condizioni di mercato;
  • mantenute nell’unità locale dell’impresa per i successivi 3 anni dall’erogazione del voucher.
Le domande di accesso alle agevolazioni possono essere presentate dalle imprese proponenti, in possesso dei requisiti previsti, esclusivamente tramite procedura informatica predisposta dal Ministero al link www.mise.gov.it, disponibile dal prossimo 15 gennaio 2018 e fino al 9 febbraio 2018.
Nel citato Provvedimento 24.10.2017 il Ministero, dopo aver ribadito la disponibilità di risorse per € 100Milioni ripartite su scala regionale e che le spese devono essere sostenute solo successivamente all’assegnazione del voucher previsto per Marzo 2017, ha stabilito le modalità di erogazione del voucher ITC.

In fase di presentazione della richiesta di contributo, le aziende comunicano il proprio iban per l’accredito del contributo che sarà erogato entro 60 gg dalla rendicontazione del progetto.

In base alla normativa attualmente vigenti, si prevedono tempi abbastanza ristretti:

Preparazione: Novembre/dicembre 2017

Presentazione documentazione di domanda: Gennaio 2018;

Graduatoria: Marzo 2018;

Erogazione voucher: da Aprile a Novembre 2018, in base alla durata del progetto..

Al fine di poter effettuare verifiche sui requisiti, la predisposizione della documentazione e considerato l’avvicinarsi delle festività natalizie, si consiglia di attivarsi sin da subito per la richiesta del contributo.

Richiedi subito tuo Voucher

I nostri servizi di assistenza gestiscono tutta la procedura, dalla prenotazione alla rendicontazione.

Sei un Commercialista?  Contattaci per entrare tra i nostri partner, offrendo i nostri servizi ai tuoi clienti in autonomia.

Gestiamo per vostro conto, la pratica dei tuoi clienti.

Risorse disponibili

Le risorse complessivamente disponibili per le imprese ammontano a € 100Milioni secondo la seguente distribuzione regionale.
Regioni meno sviluppate:
  • Campania € 9.120.363,89
  • Sicilia € 7.155.641,94
  • Puglia € 6.373.983,59
  • Calabria € 3.008.266,82
  • Basilicata € 1.018.138,99
Regioni in Transizione € 5.867.283,77
  • Sardegna € 2.778.176,50
  • Abruzzo € 2.477.320,19
  • Molise € 600.787,08
altre Regioni del territorio nazionale € 67.456.321,00
  • Emilia Romagna € 8.018.024,20
  • Toscana € 6.921.569,81
  • Umbria € 1.582.662,46
  • Marche € 2.983.929,22
  • Lazio € 9.235.642,13
  • Piemonte € 7.728.051,34
  • Valle d’Aosta € 226.283,32
  • Lombardia € 15.784.825,34
  • Trentino-Alto Adige € 1.963.323,46
  • Veneto € 8.532.862,46
  • Friuli-Venezia Giulia € 1.801.739,68
  • Liguria € 2.677.407,58

Presentazione della Domanda

Predisposizione della domanda e dei relativi allegati.

I nostri esperti in finanza agevolata effettuano prima la verifica dei requisiti per le aziende interessate. Solo se l’esito di questa verifica, sarà possibile accettare l’incarico ed assistere le imprese nella predisposizione della documentazione secondo quanto disposto dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Disponibilità del Voucher

L’assegnazione del contributo sarà comunicato tempestevamente alle aziende che saranno seguite nell’iter per il corretto utilizzo.

Un nosro consulente dedicato, seguirà l’azienda beneficiaria per la realizzazione del progetto e la realizzazione degli investimenti.

Rendicontazione

Le aziende beneficiarie hanno l’obbligo di predisporre la documentazione da inviare al Ministero, pena la revoca del Voucher.

I nostri esperti qualificati curano ogni aspetto e la documentazione da presentare e per l’accredito del contributo all’impresa.

valutiamo il tuo progetto

richiedi info senza impegni
prenota il voucher!

VendereallaPA.it assiste le aziende nella richiesta del Voucher per la Dgitalizzazione. Prima verifica di avere i requisiti, contatta i nostri esperti.